Ricerca Avviata

La storia

  • L’Istituto Comprensivo Novaro-Cavour di Napoli nasce nel 2010 dal Piano di Dimensionamento che ha accorpato – nell’ambito della terza municipalità “S. Carlo all’Arena - Stella”- l’I.C. Novaro con la S.M.S. Cavour.
  • Dal 2011 il plesso Cavour ha accolto nella sua struttura classi di scuola d’infanzia e nel 2012 è stata attivata la scuola primaria.
  • L’Istituto negli anni si è dotato di ampi spazi attrezzati dove gli alunni possano imparare e sperimentare, coniugando il sapere con il saper essere ed il saper fare.
  • L’Istituto Comprensivo ha stretto rapporti con le scuole del territorio in un’ottica di integrazione territoriale tale da divenire un importante polo formativo. Tali rapporti sono stati formalizzati con Protocolli di Intesa con associazioni del Terzo Settore e accordi di rete tra le scuole. Questi scambi hanno consentito una maggiore varietà di proposte, un’ottimizzazione delle risorse, un proficuo confronto di esperienze e la realizzazione di un sistema formativo integrato. Sono stati stabiliti rapporti di collaborazione con il Comune di Napoli, con la Direzione provinciale dell’A.S.L. di Napoli, con il Bosco di Capodimonte, con l’Osservatorio Astronomico di Napoli, con l’ASL, Servizi Sociali e Assessorato all’Educazione e alle Politiche sociali del Comune di Napoli.
  • I Progetti extrascolastici, in particolare, rappresentano un concreto raccordo tra le esigenze del territorio e le politiche scolastiche di consistente ampliamento dell’Offerta Formativa. Per rispondere adeguatamente ai molteplici bisogni formativi degli studenti, i docenti si impegnano a ricercare una visione condivisa delle finalità e degli obiettivi che si intendono perseguire per lo sviluppo delle competenze chiave di cittadinanza europea e dell’Agenda 2030. Il lavoro di analisi dell'insieme dei bisogni, delle esigenze, delle aspettative che utenti e soggetti sociali esprimono costituisce punto di riferimento e di attenzione degli operatori scolastici. La prima preoccupazione della scuola diventa quella di dare risposte a questi bisogni, di costruire un progetto di apprendimento e di educazione che riesca a produrre nei suoi attori (docenti, discenti, utenti e parti interessate) benessere e condivisione.

  • Il Plesso Cavour si trova in una zona moderna e commerciale, Via Nicolardi, ed è frequentato in gran parte da allievi che abitano in tale zona, come pure nella parte alta del Viale dei Colli Aminei; essi provengono per la maggior parte da famiglie di impiegati e professionisti, con un atteggiamento generalmente partecipe verso la scuola e le sue proposte. Il quartiere offre una serie di risorse per i giovani quali palestre, una piscina e luoghi di aggregazione come la Chiesa S. Teresa del Gesù Bambino, il Teatro Cortese, il Parco del Poggio ed il Parco pubblico di Via Nicolardi. Il Plesso accoglie anche alunni provenienti da quartieri limitrofi, in particolare dalla periferia nord-est della città.

  • Il Plesso Novaro accoglie alunni provenienti da due famosi rioni della città, ricchi di storia e suggestioni culturali: Capodimonte e la Sanità. La platea ha caratteristiche socio-economiche-culturali simili a quelle degli alunni frequentanti il plesso Cavour;  una piccola parte è portatrice di un disagio sia di   tipo familiare che di carattere socio-economico e culturale; in questi casi la scuola è impegnata maggiormente nel condividere con le famiglie il dialogo educativo. Il territorio, fatta eccezione per il Bosco di Capodimonte e la Chiesa Santa Maria della Misericordia, non dispone di spazi attrezzati destinati ai giovani e luogo privilegiato di aggregazione resta la scuola con la sua offerta extracurriculare.

Tutti gli allegati

Non sono presenti allegati.